Art Crochet: London Kaye

ART CROCHET 

Smanettando sul web, sono finita per caso su di un articolo riguardante l’inaugurazione del negozio di Red Valentino a Roma….La cosa mi ha intrigata immediatamente! Non perché sia una fashionista fanatica di brand esclusivi, bensí perché sulle foto che accompagnavano l’articolo si intravedeva l’allestimento della loro nuova vetrina: tutta a crochet! 

ART CROCHET

 

Smanettando sul web, sono finita per caso su di un articolo riguardante l’inaugurazione del negozio di Red Valentino a Roma….La cosa mi ha intrigata immediatamente! Non perché sia una fashionista fanatica di brand esclusivi, bensí perché sulle foto che accompagnavano l’articolo si intravedeva l’allestimento della loro nuova vetrina: tutta a crochet!

 

13267788 1058749490827631 1854631341699125246 n

 

Una breve ricerca online mi ha fatto conoscere l’autrice di tale meraviglia: London Kaye, artista americana di crochet e yarn bombing.

London Kaye - oltre che giovane e bella – e’ anche incredibilmente brava! Ha iniziato giovanissima a lavorare all’uncinetto, si è poi dedicata per molti anni alla danza, per infine  ritornare all’uncinetto e riscuotere fama internazionale con le sue creazioni di street art.

 

13233034 1058749564160957 8446335569114552532 n

 

Nel 2016, Red Valentino, in occasione dell’apertura del loro nuovo store di Roma, le ha richiesto di occuparsi dell’allestimento della vetrina. Il suo allestimento ha riscosso un esaltante successo, tanto che il brand le ha affidato le vetrine di altri 15 negozi sparsi per il Mondo. E scusate se è poco! Ma non è finita qui. Quando poi, hanno inaugurato il negozio di Londra, le hanno anche chiesto di collaborare a realizzare una collezione di moda. E voi, al suo posto,  cosa avreste risposto?!....

 

14324153 1138970019472244 8913173623092882506 o

 

London Kaye, in genere, si occupa da sola dei suoi progetti di street art, a meno che si tratti di opere talmente gigantesche che sia necessario appoggiarsi ad un team di collaboratori.  Per esempio, quando nel  2015 le hanno affidato  l’arduo compito di preparare un enorme cartellone pubblicitario di 15m x 5 m  in piena Times Square a New York.  In quel momento, si è resa conto che da sola non sarebbe stato possibile gestire l’incarico e, non sapendo bene come fare, ha richiesto aiuto attraverso la sua pagina Instagram. In poco tempo, si è creata una piccola ed efficiente comunitá di crochettari locali che l’hanno aiutata a realizzare l’ambizioso progetto.  

 

12313886 968476433188271 8211946677111403226 n

 

London era convinta che le sue creazioni all’uncinetto sarebbero piaciute soprattutto alle ragazze e alle anziane signore. Invece, si è ricreduta. La sua arte tocca il cuore di tutti, compresi i ragazzini che la riconoscono in metropolitana  come “quella tipa cool che fa il crochet per strada!”

Ed è proprio quello lo scopo che si prefigge di raggiungere attraverso le sue suggestive creazioni.

 

12783765 1013787488657165 3086661070293263160 o

11896287 928841863818395 4616550264578951957 o

 

Mi piace l'idea di un Mondo che possa essere un luogo più felice e gioioso. Tutto quello che realizzo all’uncinetto e’ in forma leggera, stravagante, divertente. Credo infatti che piú portiamo gioia nel Mondo, piú gioia otterremo in cambio!  Per me la gioia è dove tutto ha inizio. Questa e’ anche il mio scopo: rendere le persone felici”

14718455 1677959815867180 7896659929065324544 n

 

Ho chiesto a London Kaye se nel suo business incontra molti uomini che lavorano all’uncinetto. Mi risponde che solo raramente incontra uomini crochettari ma che le piacerebbe tantissimo vedere piú maschietti coinvolti nella fiber art. Ha un solo collaboratore uomo nel suo team e sottolinea che è bravissimo!

E infine la domanda da gran finale, quella molto – forse troppo - scontata che peró  mi è venuta subito spontanea dopo aver visto una foto di London Kaye impegnata a fare yarn bombing di fronte al Colosseo a Roma. Le chiedo cosa le è piaciuto di piú dell’Italia, durante la sua esperienza di lavoro nel nostro Paese. Mi risponde “What I loved about Italy was the high fashion, the culture and the delicious cappuccino’s!” (“Dell’Italia mi sono piaciute l’alta moda, la cultura e I deliziosi cappuccini!).

Ma chi l’avrebbe mai immaginato?!

 

13669767 1090928017609778 9135260519882375939 n

 

Per tutte (tante) immagini delle sue opere clicca qui o visita il suo sito.

Tags: