Art Crochet: i cappelli pazzi di Chilly Philly

ART CROCHET

Phil Ferguson è un tipico ragazzo della generazione dei ventenni di oggigiorno:  vive a Melbourne in Australia, ha 23 anni, adora gli hamburger ed ha un profilo Instagram.

Fin qui, niente di particolare, se non fosse che il suo profilo Instagram é seguito da personaggi come  Miley Cyrus e Joe Jonas. Nel giro di un anno, Phil ha accumulato un seguito di followers di circa 140.000 unitá sulla piattaforma del social.

Come ha raggiunto una tale popolaritá in cosí breve tempo è talmente semplice da sembrare assurdo: Phil ha iniziato a fare qualcosa che gli piaceva, ovvero ha creato un cappello a e lo ha pubblicato su Instagram. A qualcuno è piaciuto e cosí Phil ha pensato bene di pubblicare altre creazioni di cappelli.  Pian, piano – i seguaci si sono moltiplicati: dapprima alcune decine, poi centinaia e ora migliaia. Tutti pazzi per i suoi cappelli ad uncinetto inspirati al cibo!

1209567 1659971940956882 1837585619 n

ART CROCHET

Phil Ferguson è un tipico ragazzo della generazione dei ventenni di oggigiorno:  vive a Melbourne in Australia, ha 23 anni, adora gli hamburger ed ha un profilo Instagram.

Fin qui, niente di particolare, se non fosse che il suo profilo Instagram é seguito da personaggi come  Miley Cyrus e Joe Jonas. Nel giro di un anno, Phil ha accumulato un seguito di followers di circa 140.000 unitá sulla piattaforma del social.

Come ha raggiunto una tale popolaritá in cosí breve tempo è talmente semplice da sembrare assurdo: Phil ha iniziato a fare qualcosa che gli piaceva, ovvero ha creato un cappello a e lo ha pubblicato su Instagram. A qualcuno è piaciuto e cosí Phil ha pensato bene di pubblicare altre creazioni di cappelli.  Pian, piano – i seguaci si sono moltiplicati: dapprima alcune decine, poi centinaia e ora migliaia. Tutti pazzi per i suoi cappelli ad uncinetto inspirati al cibo!

1209567 1659971940956882 1837585619 n

Phil è cresciuto nell’Australia sud-occidentale ed è sempre stato affascinato dalla manualitá e dall’arte. Ha studiato Belle Arti presso la Curtin University di Perth ma solo dopo essersi trasferito a Melbourne nel 2014, ha cominciato a lavorare ad uncinetto.

Phil ha sempre avuto interesse per i tessuti, la manualitá e l’arte, per cui , quando ha preso in mano per la prima volta l’uncinetto, gli è venuto naturale combinare tali elementi tra loro. Ha imparato da solo e - dopo i primi semplici tentativi - ha iniziato sempre piú a sperimentare e ad inventare modelli, migliorando gradualmente la propria tecnica ed ampliando il repertorio di pazzi cappelli.

Phil ha iniziato a creare i suoi incredibili cappelli quando si è trasferito a Melbourne, come un antidoto alla solitudine legata al fatto di essere da solo in una nuova cittá. Creare e pubblicare i suoi modelli su Instagram gli permetteva di stringere delle amicizie con delle persone all’altro capo del mondo, che lo contattavano per chiedergli dei suoi lavori. 

Quando ha cominciato a pubblicare i propri lavori Phil – come qualsiasi ragazzo della sua generazione- era sicuramente cosciente del potenziale del mezzo mediatico. Quello che invece non si sarebbe assolutamente aspettato era che sarebbe successo proprio a lui di diventare virale sul web, grazie ad una combinazione di uncinetto e social media.

  1662208 1550116491946132 802034482 n 10499068 1563453490592789 1512878259 n 10597416 1667002510236702 1009211002 n 10932573 961847870493365 1052232024 n 10979663 359403510912873 1136803850 n 11008368 1408221962816769 839842726 n 11247756 557940697678073 425527679 n 11266681 1434355556892194 860300913 n

 Phil ammette che non è in grado di leggere o scrivere modelli all'uncinetto.  Non fa riferimento ad istruzioni scritte o schemi da seguire. Quando crea i suoi cappelli, improvvisa, seguendo l’ispirazione del momento. Attraverso l’uncinetto – cerca di trasferire nel mondo reale l’idea astratta che ha preso forma nella sua mente. La dedizione di Phil alla sua arte è impressionante.

Le sue creazioni su Instagram sono dei veri capolavori. La maggior parte dei suoi copricapo sono ispirati al cibo ma troviamo anche altri soggetti, quali animali e piante.

Phil posta le sue creazioni, attraverso delle foto autoritratto che lo raffigurano (quasi) sempre con un’espressione malinconica e triste.


Il suo cappello preferito, finora,  rimane il primo cappello “fetta di pizza”.  Probabilmente perché quel cappello è stato uno dei primi concetti iniziali scaturiti nella sua mente che egli è riuscito a trasformare in un oggetto concreto e reale, servendosi di filato ed uncinetto.

11005167 846916332017505 870163122 n

Se vuoi saperne di più su Phil Ferguson:

 sito web: http://www.chiliphilly.com/

Facebook: https://www.facebook.com/thechiliphilly

Instagram: https://www.instagram.com/chiliphilly/?hl=en

Tags: